Home / Bitcoin / European Crypto Exchange Hacked per 5,4 milioni di dollari in Bitcoin

European Crypto Exchange Hacked per 5,4 milioni di dollari in Bitcoin

Bitcoin 0

Eterbase, un cambio di criptovalute slovacco, ha rivelato giovedì che è stato violato per 5,4 milioni di dollari. I cyber-criminali hanno fatto irruzione in sei portafogli caldi contenenti Bitcoin Evolution, ethereum, algo, algo, ripple, tezos e tron, rubando tutto, ha detto.

I portafogli caldi sono conti attivi di beni digitali collegati a Internet

Eterbase ha utilizzato questi portafogli per facilitare le attività di trading quotidiane sulla sua piattaforma. Tuttavia, i portafogli a caldo tendono ad essere suscettibili di hackeraggio a causa della loro connessione a internet.

„Le autorità di polizia sono state informate e noi vi assisteremo il più possibile nelle indagini in corso“, ha detto Eterbase, in una breve dichiarazione. Lo scambio ha cercato di rassicurare gli investitori frenetici, affermando che „abbiamo abbastanza capitale per soddisfare tutti i nostri obblighi“.

A seguito della violazione, Eterbase ha ora sospeso tutti i depositi e i prelievi, comprese le negoziazioni, fino al 10 settembre. La borsa ha detto che riprenderà le operazioni una volta completata la verifica dei suoi sistemi di sicurezza.

Secondo una serie di messaggi pubblicati sul suo canale Telegram

Secondo una serie di messaggi pubblicati sul suo canale Telegram, Eterbase ha rilevato l’hackeraggio, ma non è stata in grado di fermarlo. Alla fine, l’azienda ha rintracciato gli asset criptati mentre uscivano dalle sue casse.

Gran parte del denaro rubato sarebbe finito a Binance, Huobi Global e Hitbtc, ha dichiarato su Twitter. Eterbase ha ora contattato questi scambi, chiedendo il congelamento dei fondi.

A luglio, un altro scambio di crittografia europeo Cashaa ha perso 336 bitcoin (che all’epoca valeva circa 3,1 milioni di dollari) a causa degli hacker. La piattaforma con sede a Londra ha detto che l’hacker ha attaccato uno dei suoi portafogli di Blockchain.com, che viene utilizzato per conservare BTC ed effettuare trasferimenti dalla borsa.

In tutto il mondo, gli scambi di bitcoin sono diventati un terreno di caccia privilegiato per i cyber-criminali. L’anno scorso, il Bitpoint del Giappone ha subito un raid per 32 milioni di dollari e pochi mesi dopo la piattaforma sudcoreana Upbit ha subito una perdita di 52 milioni di dollari. Zaif, un’altra borsa giapponese, è stata attaccata per 60 milioni di dollari nel 2018.

  •  
    Previous Post

    À medida que a Bitcoin desce, estes fatores cruciais sugerem que os touros ainda estão n …

  •  
    Next Post

    Analist Nicholas Merten zegt One Altcoin Poised to Outperforming Bitcoin As Crypto Markets …